×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
(ASCA) - Trieste, 19 set - Sono 529.025 i caduti della Grande Guerra in Friuli
Venezia Giulia che saranno ricordati nel centenario del primo evento bellico
mondiale grazie all'iniziativa ''Albo d'Oro'' ideata dall'associazione MHC
(Military Historical Center), patrocinata dalla Regione e realizzata in
collaborazione con l'Ufficio storico dello Stato Maggiore dell'Esercito e le
associazioni d'arma regionali. Il via sara' dato in occasione dell'Adunata degli
alpini di Pordenone, per proseguire con 4.240 eventi in cui verranno coinvolti
oltre 60 mila volontari, mentre e' gia' online il portale
www.albodorograndeguerra.it in cui sara' consultabile l'elenco nominativo dei
soldati e l'appuntamento in cui ognuno verra' singolarmente
commemorato.

''E' una delle iniziative piu' importanti nell'ambito di
quelle organizzate dagli enti pubblici e dalle associazioni sul territorio in
occasione del centenario - ha detto la presidente della Regione, Debora
Serracchiani, nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto -,
un evento su cui facciamo un investimento significativo perche' per commemorare
la Grande Guerra vogliamo partire proprio dalla storia delle persone che hanno
pagato il prezzo piu' alto di quell'immane tragedia: i caduti di ogni
nazionalita'''.

Confermando che la Regione si e' assunta il compito di
coordinare le iniziative che verranno organizzate a commemorazione del
centenario la presidente ha osservato che ''sara' un coordinamento impegnativo
perche', mai come in questa occasione, sono nate numerose iniziative a
testimonianza di come questo appuntamento con la storia sia sentito
profondamente da questo territorio che ne e' stato
l'epicentro''.

Sottolineando che ''il centenario della Grande guerra deve
essere un'occasione per l'attuazione di progetti transfrontalieri e per
rinsaldare, nel ricordo di cio' che e' stato, il sentimento di unita' europea e
di pace'' la presidente ha ricordato ''l'opera di Turismo FVG, che ha realizzato
un'applicazione mobile e un sito internet dedicato e sta predisponendo pacchetti
turistici ad hoc, i progetti che stanno portando avanti le Universita' di Udine
e Trieste e la Provincia di Gorizia ed infine l'importante collaborazione con la
Slovenia''.

Un lavoro lungo, ha osservato l'assessore regionale Torrenti,
che avra', fra gli altri, il suo prossimo momento clou a Roma in un incontro
utile a delineare in maniera piu' specifica il rapporto, gia' impostato ieri
durante un incontro a Trento, con RaiStoria che produrra' oltre 1.600 puntate
sul tema.

Torrenti ha poi posto l'accento sulla proposta di legge, in
discussione nella prossima seduta del Consiglio e appena approvata dalla
competente commissione in modo pressoche' unanime, che dotera' la nostra
Regione, prima in Italia, di uno strumento organico per la gestione degli
avvenimenti e delle iniziative.

Alla conferenza stampa hanno partecipato
anche il tenente Roberto Machella, che ha illustrato il progetto, e il
colonnello Antonino Zarcone, responsabile dell'Ufficio Storico dello Stato
Maggiore dell'Esercito, che ha sottolineato l'importanza data alle celebrazioni
dalle Forze Armate e la totale disponibilita' a collaborare con la Regione
Friuli Venezia Giulia. Erano inoltre presenti numerosi rappresentanti delle
associazioni d'arma.

fdm/Mau

Fonte